La mano sinistra del pianista

La mano sinistra del pianista, il secondo appuntamento video con la mini serie dedicata al pianoforte insieme all’insegnante Andrea Saffirio.

La mano sinistra del pianista, come abbiamo visto nel video precedente, è possibile esporre una melodia in maniera efficace con poche note anche in piano solo. Cosa succede però se decidiamo di improvvisare in piano solo?

La tecnica vista per l’armonizzazione della melodia resta sempre valida, ma potremmo non avere la prontezza di riflessi di armonizzare al volo una melodia che stiamo improvvisando sul momento.
Per questo, se vogliamo essere più liberi nella costruzione della nostra improvvisazione, possiamo trarre vantaggio da un’altra tecnica importantissima: i three note voicings.

Possibili permutazioni per voicings a parti late:

1 – 7 – 10
10 – 7 – 1
1 – 7 – 10 | 10 – 7 – 1
1 – 7+10
7+10 – 1
1 – 7+10 | 7+10 – 1
7 – 10 – 1
7 – 1 – 10

Solitamente questo termine si riferisce ad accordi suddivisi tra le due mani, ma è possibile riadattarla per la sola mano sinistra, in modo da lasciare la mano destra completamente libera di improvvisare senza costrizioni.
La mano sinistra del pianista, questa tecnica è particolarmente utile per dare sostegno e movimento alla nostra improvvisazione in piano solo, ma al tempo stesso non vogliamo ricorrere a voicing statici o al classico walkin’ bass con la mano sinistra.

Andrea Saffirio

keyboard_arrow_up
This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.