AUDIO TEST Crimini Impuniti

Nelle nostre cronache sulla devastante guerra a Gaza compare sempre, accanto ad Hamas e Israele come attori principali, la Repubblica Islamica dell’Iran. Una presenza sempre più ingombrante da quando, il 27 gennaio, milizie filo-iraniane hanno attaccato una base militare Usa sul confine tra Siria e Giordania uccidendo tre militari statunitensi, i primi dall’inizio del conflitto guerra in corso, e ferendone un’altra trentina. Teheran ha ufficialmente  respinto l’accusa di aver giocato un ruolo nell’attacco, che invece ha attribuito a gruppi della “resistenza” nella regione, e ricordato che anche anonime fonti di Washington mettono in dubbio tale ipotesi.  Ma questo episodio, particolarmente grave per la morte dei soldati americani, è solo l’ultimo di una serie che ha visto varie milizie filo-iraniane attaccare le forze Usa stanziate nella regione, oltre che obiettivi israeliani e il commercio internazionale nel Mar Rosso.

Nelle nostre cronache sulla devastante guerra a Gaza compare sempre, accanto ad Hamas e Israele come attori principali, la Repubblica Islamica dell’Iran. Una presenza sempre più ingombrante da quando, il 27 gennaio, milizie filo-iraniane hanno attaccato una base militare Usa sul confine tra Siria e Giordania uccidendo tre militari statunitensi, i primi dall’inizio del conflitto guerra in corso, e ferendone un’altra trentina. Teheran ha ufficialmente  respinto l’accusa di aver giocato un ruolo nell’attacco, che invece ha attribuito a gruppi della “resistenza” nella regione, e ricordato che anche anonime fonti di Washington mettono in dubbio tale ipotesi.  Ma questo episodio, particolarmente grave per la morte dei soldati americani, è solo l’ultimo di una serie che ha visto varie milizie filo-iraniane attaccare le forze Usa stanziate nella regione, oltre che obiettivi israeliani e il commercio internazionale nel Mar Rosso.

keyboard_arrow_up
This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.